Sistemi di prelievo

 

In un deposito per il prelievole singole commesse dei clienti vengono composte e preparate per la spedizione. Un simile magazzino va strutturato in modo da ottenere un’elevata capacità di prestazione impiegando pochi mezzi. Prelevare significa "adunare" singoli articoli e “metterli insieme” per una commessa.


Basilarmente si distingue tra prelievo statico e prelievo dinamico. Nel prelievo statico chi effettua il prelievo prende le merci dagli scaffali (l’uomo va alle merci), mentre nel prelievo dinamico opera l’opposto principio:"le merci vanno all’uomo".


Il sistema LSV aiuta a realizzare tre possibili tipi di incarichi di prelievo . Secondo uno di questi è possibile importare dati da sistemi esterni (ad es.. da un Warenwirtschaftssystem oppure da un sistema PPS). Per il trasporto dei dati esistono interfaccia standard.


Secondo un’altro tipo ancora è possibile includere in un sistema LSV incarichi interni di prelievo , intesi come semplici attività di trasferimento delle merci. Per ultimo può svolgersi tramite un LSV (come modulo accessorio) una contabilizzazione delle consegne.


La stazione di prelievo può stampare le cosiddette liste di disinserimento rendendo possibile l’impiego di Batch Hand-Held per la contabilizzazione delle merci. Se si utilizzano macchinari per le manovre con gli scaffali oppure si usa il prelievo mediante carrelli elevatori, è possibile utilizzare anche sistemi di direzione radio senza fili.


Ognuna di queste misure di razionalizzazione dei lavori di prelievo conduce ad una conseguente sensibile riduzione dei costi. Ognuno di questi efficientissimi sistemi di prelievo riduce al minimo l’impiego di mezzi di lavoro. La produttività cresce attraverso un costante od ottimizzato aumento di valore.

Rappresentazione di un sistema di gestione dei carrelli elevatori

 

Centrale di gestione radio

 

Topologia del network

 

Moduli della statica

 

Terminale dei dati